Skip links
Colonnine di ricarica

Colonnine e sommergibili. Abituiamoci al futuro che è già qui!

[vc_row][vc_column][vc_column_text]

Praticamente incalza il ritmo di produzione delle “colonnine elettriche” per dare la carica ai motori delle auto silenziose e rispettose dell’ambiente. Siamo nella mobilità elettrica che parte dai magazzini Y3k per mandare ad assemblare le parti della “pompa” non più di benzina ma di risparmio di Co2 con la spina di tanta energia presa dal Sole o dal vento.

La E-mobility sta rapidamente ridisegnando il modo in cui l’uomo viaggia e vive. Sembra di leggere la bozza del romanzo d’avventura scritto da Jules Verne. Il romanzo accese l’immaginazione dei contemporanei, per la straordinaria visione di un sottomarino in grado di esplorare il fondo dei mari. Una nave sott’acqua? Impossibile si diceva. Eppure…Fulton presentò nel 1801 in Francia il Nautilus, ma le difficoltà tecniche incontrate in fase progettuale avevano costretto l’americano a rinunciare. Il Nautilus poteva contenere fino a 8 persone e disponeva di un’elica che veniva messa in moto manualmente dall’equipaggio. Oggi abbiamo anche equipaggi superiori alle 140 persone per sommergibile. Il capitano Nemo lo aveva intuito, i nostri capitani avranno modo di percorrere in lungo e in largo le nostre strade puntinate di colonnine e rassicuranti circa il numero di km da percorrere senza sosta.

Y3K segue e accompagna gli Enti Locali interessati alla trasformazione energetica, dallo studio di fattibilità – per raccogliere le esigenze e trovare possibili soluzioni – alla redazione del progetto completo. Visita il nostro sito per avere maggiori informazioni.

Torna al Blog Y3K[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

explore
drag