Skip links
Nova Race Monza

Tre secondi posti a Monza per Nova Race in GT Sprint: ma solo due resteranno negli annali

Amaro colpo di spugna sul combattutissimo secondo posto guadagnato da Gnos/Greco in Gara 2 per una penalità;
in GT3 AM due volte secondi Magnoni/Bodellini

La gara di casa non ha in alcun modo fatto regali a Nova Race: nella seconda tappa del Campionato Italiano GT Sprint la squadra varesina ha al contrario da recriminare sulle classifiche rispetto al potenziale e alla grinta espresse nel fine settimana conclusosi ieri. Lascia in particolare l’amaro in bocca che il secondo posto assoluto costruito e difeso da Axel Gnos e Matteo Greco nella corsa di domenica contro piloti e vetture di prestigio sia stato (oltre due ore dopo la bandiera a scacchi) trasformato in settimo posto per una penalità attribuita al pilota elvetico a cui è stato addebitato un taglio di variante nel corso di un concitatissimo primo giro. Con 5″ aggiunti alla classifica stilata dalla pista i due sono anche passati al secondo posto nella classifica GT3 Pro-AM alle spalle del concorrente che ha sporto reclamo. Nessun commento da parte del Team Manager Christian Pescatori e dei vertici Nova Race sul provvedimento della Direzione Gara e dei Commissari Sportivi. In GT3 AM restano invece agli atti i secondi posti conquistati da Luca Magnoni e Andrea Bodellini, che in Brianza hanno in più occasioni dimostrato di valere il primo posto di classe ma sono stati contrastati da episodi di gara e a tratti da contrarietà tecniche.

La prima giornata di Monza era stata piuttosto priva di emozioni per gli equipaggi Honda: un duello accesosi subito tra la macchina di Greco e la Ferrari di Coluccio/Mazzola al primo passaggio ha fatto precipitare il piemontese in fondo alla classifica. Malgrado nel secondo turno il compagno Gnos pur sudando molto per rimontare e riagganciare la Top10 sia riuscito alla fine a terminare nono assoluto, il fatto che la rossa rivale con cui era in lotta Greco alla partenza abbia poi terminato alle soglie della zona-podio ha lasciato un grosso rimpianto ai due pilota Nova Race. Che non si sono fatti pregare per tentare di acchiappare una buona occasione nella corsa della domenica: il giovane elvetico si è tenuto fuori dai contatti alla partenza affrontata dalla terza fila e alla fine del primo passaggio era quarto, una posizione che ha difeso con le unghie fino al pit-stop. L’assenza di handicap-tempo da scontare ha assicurato al duo della squadra varesina l’opportunità di poter riprendere la corsa con Greco al volante in seconda posizione assoluta, seppur staccato dalla Lamborghini Huracan partita in pole position e alla fine vincitrice. Mentre Cazzaniga/Petrov andavano a vincere, Greco doveva contrastare la rimonta della BMW vincitrice il sabato con Spengler/Klingmann, che risaliva fino a riagganciare la Honda, ma l’ex-vincitore del DTM trovava nel piemontese di Nova Race un osso duro da rodere che alla fine conservava il secondo posto nonostante il canadese le avesse provate tutte per scavalcarlo. Con tanto impegno speso da Greco e da Gnos arrivava come una doccia fredda il reclamo a fine corsa verso il duo della vettura giapponese, da parte di una rivale diretta nella classifica GT3 Pro-Am che aveva evidentemente finito alle spalle dell’accoppiata della vettura arancione. La direzione gara infliggeva 5″ di penalità a Greco e Gnos perché quest’ultimo veniva ritenuto responsabile di un taglio di variante, e con questo tempo da aggiungere alla classifica i due scivolavano settimi, certo uno sgambetto rispetto alla cavalcata meritatamente conclusa dai due sul podio e con la vittoria di categoria, in cui la posizione li avrebbe portato in vetta al campionato.

IN GT3 AM invece le cose a Monza erano molto più chiare sia il sabato che la domenica, con due secondi posti per Luca Magnoni e Andrea Bodellini. Specialmente il sabato la vittoria di classe appariva alla portata: nel primo stint di Gara 1 Magnoni infatti nonostante la sua vettura dal cruscotto segnalasse ogni genere di allarme o preavviso riusciva a tenersi a distanza utile dalla Lamborghini di Fascicolo/Ciglia, e il giovane Bodellini passato al volante nel suo stint riagganciava il rivale. Poteva probabilmente attaccarlo per la vittoria, se non avesse nel frattempo avuto la ventura di incappare in una Lamborghini di un equipaggio Pro che durante la safety car scivolava in mezzo alla lotta dei piloti AM finendo per ostacolare proprio l’alessandrino che doveva accontentarsi del secondo posto. Bodellini domenica nel suo turno partiva molto bene e lottava da pari a pari col rivale Fascicolo riuscendo a sopravanzarlo e consegnando la vettura a Magnoni in prima posizione. Ma la sosta ai box faceva male alla NSX GT3 Evo che il pilota varesino scopriva in calo di potenza: così Magnoni non poteva resistere al contrattacco di Ciglia e doveva accontentarsi di raccogliere ancora una volta i punti di un secondo posto, il quarto consecutivo in questa stagione.

N.B. I COMMENTI DEI PILOTI NOVA RACE SONO STATI RACCOLTI SUL PODIO
AXEL GNOS (pilota Honda NSX GT3 Evo Nova Race N.55): “qui avevamo fatto delle buone qualifiche e nella seconda corsa quando è toccato a me partire sono molto contento di aver fatto una buona partenza e di aver preso il quarto posto. Poi ho seguito la strategia dei nostri ingegneri entrando a fare il cambio pilota quando era il momento giusto per avere un gap adeguato a ripartire bene. Nel finale del mio turno ho spinto tanto, tanto, dando tutto quello c’era prima di fermarmi ai box e penso che tutti e due noi piloti abbiamo lavorato bene e che il risultato in pista sia stata la consacrazione del nostro impegno. Matteo ha fatto un super, super-stint, un ottimo lavoro suo e del team Nova Race”.

MATTEO GRECO (pilota Honda NSX GT3 Evo Nova Race N.55): “sicuramente erano un po’ di gare che eravamo parecchio sfortunati. Nella seconda corsa di Monza invece finalmente siamo riusciti a mettere tutte le caselle al loro posto e nel mio turno quando ho visto che c’era l’opportunità di prendere il secondo posto l’avversario che avevo alle spalle non lo avrei mai fatto passare: volevo concretizzare questo risultato. Sono contento davvero, ci voleva questo secondo posto. Credo che ce lo siamo meritati”.

LUCA MAGNONI (pilota Honda NSX GT3 Evo Nova Race N.77): “direi bene nel complesso, sabato abbiamo fatto il possibile, come al solito sono partito sapendo che le gare non si vincono alla prima curva e mi sono assestato su dei tempi che avrebbero permesso ad Andrea di uscire davanti al nostro avversario dopo il cambio-pilota e così è stato. Anche se poi siamo stati un po’ sfortunati alla ripartenza dell’ultima safety-car con una Huracan Pro che si è inserita e lo ha un po’ sfavorito e abbiamo concluso secondi. Domenica Andrea ha fatto un ottimo lavoro, ma purtroppo quando sono salito la macchina non aveva più potenza, praticamente in ogni tratto della pista usavo una marcia meno del normale e quindi non avevo molto da sperare se non arrivare in fondo”.

ANDREA BODELLINI (pilota Honda NSX GT3 Evo Nova Race N.77): “il sabato non era partito benissimo perché avevo fatto qualche errore in qualifica che coi nostri telemetristi abbiamo studiato per capire dove migliorare. Infatti in gara uno sono andato meglio come passo e poi direi che è stato anche meglio in gara due, quando sono anche riuscito a partire bene. Peccato davvero che poi Luca abbia accusato problemi alla macchina, però è stato un weekend proficuo per me e anche per la mia crescita”.

Fonte: comunicato ufficiale Andrea Bodellini – di Nova Race

Torna al Blog Y3K

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

explore
drag